News.

1. Cosa è AreaB


Veicoli immatricolati per il trasporto delle persone Fino al 30 settembre 2019:
• Autovetture Euro 4 diesel senza FAP
• Autovetture Euro 3, 4 diesel con FAP di serie e con campo V.5 carta circolazione > 0,0045 g/km
• Autovetture Euro 4 diesel con FAP di serie e senza valore nel campo V.5 carta circolazione
• Autovetture Euro 0, 1, 2, 3, 4 diesel con FAP after-market installato dopo 31.12.2018 e con classe massa particolato pari almeno a Euro 4

Fino al 30 settembre 2020:
• Autovetture Euro 1 benzina

Fino al 30 settembre 2022:
• Autovetture Euro 2 benzina
• Autovetture Euro 3, 4 diesel con FAP di serie e con campo V.5 carta circolazione <= 0,0045 g/km
• Autovetture Euro 0, 1, 2, 3, 4 diesel con FAP after-market installato entro 31.12.2018 e con classe massa particolato pari almeno a Euro 4
• Autovetture Euro 5 diesel

Fino al 30 settembre 2025:
• Autovetture Euro 3 benzina
• Autovetture Euro 6 diesel leggeri A-B-C acquistati dopo 31.12.2018

Fino al 30 settembre 2028:
• Autovetture Euro 4 benzina
• Autovetture Euro 6 diesel leggeri A-B-C acquistati prima del 31.12.2018

Fino al 30 settembre 2030:
• Autovetture Euro 6 diesel leggeri D_TEMP - D

Per le Autovetture Euro 5 e 6 benzina e le Autovetture GPL, metano, bifuel, ibride ed elettriche non sono previste scadenze.

Veicoli immatricolati per il trasporto delle merci
Fino al 30 settembre 2020:
• Autoveicoli Euro 1 benzina
• Autoveicoli Euro 4 leggeri diesel senza FAP
• Autoveicoli Euro 3, 4 leggeri diesel con FAP di serie e con campo V.5 carta circolazione > 0,0045 g/km
• Autoveicoli Euro 4 leggeri diesel con FAP di serie e senza valore nel campo V.5 carta circolazione
• Autoveicoli Euro 0, 1, 2, 3, 4 leggeri diesel con FAP after-market installato dopo 31.12.2018 e con classe massa particolato pari almeno a Euro 4
• Autoveicoli Euro IV pesanti diesel senza FAP
• Autoveicoli Euro III, IV pesanti diesel con FAP di serie e con campo V.5 carta circolazione > 0,01 g/kWh
• Autoveicoli Euro IV pesanti diesel con FAP di serie e senza valore nel campo V.5 carta circolazione
• Autoveicoli Euro 0, I, II, III, IV pesanti diesel con FAP after-market installato dopo 31.12.2018 e con classe massa particolato pari almeno a Euro IV

Fino al 30 settembre 2024:
• Autoveicoli Euro 2 benzina
• Autoveicoli Euro 3, 4 leggeri diesel con FAP di serie e con campo V.5 carta circolazione <= 0,0045 g/km
• Autoveicoli Euro 0, 1, 2, 3, 4 leggeri diesel con FAP after-market installato entro 31.12.2018 e con classe massa particolato pari almeno a Euro 4
• Autoveicoli Euro III, IV pesanti diesel con FAP di serie e con campo V.5 carta circolazione <= 0,01 g/kWh
• Autoveicoli Euro 0, I, II, III, IV pesanti diesel con FAP after-market installato entro 31.12.2018 e con classe massa particolato pari almeno a Euro IV
• Autoveicoli Euro 5 leggeri diesel
• Autoveicoli Euro V pesanti diesel senza FAP
• Autoveicoli Euro V pesanti diesel con FAP di serie e con campo V.5 carta circolazione > 0,01 g/kWh oppure senza valore nel campo V.5 carta circolazione
• Autoveicoli Euro V pesanti diesel con FAP after-market e con classe massa particolato inferiore a Euro VI

Fino al 30 settembre 2024:
• Autoveicoli Euro 3 benzina
• Autoveicoli Euro 6 diesel leggeri A-B-C acquistati dopo 31.12.2018

Fino al 30 settembre 2025:
• Autoveicoli Euro 6 diesel leggeri A-B-C acquistati prima del 31.12.2018

Fino al 30 settembre e 2028:
• Autoveicoli Euro 4 benzina

Fino al 30 settembre 2030:
• Autoveicoli Euro 6 diesel leggeri D_TEMP - D
• Autoveicoli Euro VI pesanti diesel
• Autoveicoli per trasporti specifici e per uso speciale Euro 0, 1, 2, 3, 4, 5, 6 ed Euro 0, I, II, III, IV , V, VI diesel con FAP o che certifichino l'installabilità del FAP (cfr. nota B)

Per gli Autoveicoli Euro 5 e 6 benzina e gli Autoveicoli GPL, metano, bifuel, ibridi ed elettrici non sono previste scadenze.

Ciclomotori e Motoveicoli:
Fino al 30 settembre 2019:
• Motoveicoli a gasolio di classe Euro 0 ed Euro 1
• Ciclomotori a gasolio di classe Euro 0 ed Euro 1

Fino al 30 settembre 2024:
• Motoveicoli a due tempi di classe Euro 2
• Ciclomotori a due tempi di classe Euro 2
• Motoveicoli a gasolio di classe Euro 2
• Ciclomotori a gasolio di classe Euro 2
• Motoveicoli benzina 4 tempi di classe Euro 0 ed Euro 1
• Ciclomotori benzina 4 tempi di classe Euro 0 ed Euro 1

Fino al 30 settembre 2025:
• Motoveicoli a due tempi di classe Euro 3
• Ciclomotori a due tempi di classe Euro 3
• Motoveicoli a gasolio di classe Euro 3
• Ciclomotori a gasolio di classe Euro 3
• Motoveicoli benzina 4 tempi di classe Euro 2
• Ciclomotori benzina 4 tempi di classe Euro 2

Fino al 30 settembre 2028:
• Motoveicoli benzina 4 tempi di classe Euro 3
• Ciclomotori benzina 4 tempi di classe Euro 3

Fino al 30 settembre 2030:
• Motoveicoli a due tempi di classe Euro 4
• Ciclomotori a due tempi di classe Euro 4
• Motoveicoli a gasolio di classe Euro 4 ed Euro 5
• Ciclomotori a gasolio di classe Euro 4 ed Euro 5

Per i Ciclomotori e i Motoveicoli a due tempi di classe Euro 5, a benzina 4 tempi di classe Euro 4 e Euro 5 e i Ciclomotori e i Motoveicoli GPL, metano, bifuel, ibridi ed elettrici non sono previste scadenze.

Veicoli esclusi dal divieto di accesso
Sono esclusi dal divieto di accesso i velocipedi, per i veicoli che espongono il contrassegno invalidi il cui titolare sia a bordo del veicolo, per i veicoli per trasporti specifici muniti permanentemente di speciali attrezzature per il trasporto dei disabili motori, per le autoambulanze, per i veicoli delle Forze Armate, delle Forze di Polizia, della Polizia Locale, delle Associazioni che esercitano attività riconosciuta di primo soccorso o trasporto socio-sanitario programmato o di emergenza, degli Ospedali, delle ASL, dei Vigili del Fuoco, delle Organizzazioni riconosciute operanti in materia di protezione civile, i veicoli di enti che agiscono nel settore dell’assistenza socio sanitaria per l’espletamento delle prestazioni gratuite di pronto soccorso e di assistenza pubblica, per i veicoli in uso agli operatori sociali riconosciuti dall’Amministrazione Comunale di Milano che agiscono nel settore della salvaguardia degli animali sul territorio della Città di Milano e per i veicoli di proprietà o in uso esclusivo agli operatori sociali convenzionati con ospedali e ASL siti all’interno del Comune di Milano.
Veicoli immatricolati per il trasporto delle persone
Dal 21 gennaio 2019:
• Autovetture Euro 0 benzina
• Autovetture Euro 0 diesel senza FAP
• Autovetture Euro 1 diesel senza FAP
• Autovetture Euro 2 diesel senza FAP
• Autovetture Euro 3 diesel senza FAP
• Autovetture Euro 3 diesel con FAP di serie e con campo V.5 carta circolazione > 0,025 g/km oppure senza valore nel campo V.5 carta circolazione
• Autovetture Euro 0, 1, 2, 3 diesel con FAP after-market con classe massa particolato inferiore a Euro 4

Dal 1° ottobre 2019:
• Autovetture Euro 4 diesel senza FAP
• Autovetture Euro 3, 4 diesel con FAP di serie e con campo V.5 carta circolazione > 0,0045 g/km
• Autovetture Euro 4 diesel con FAP di serie e senza valore nel campo V.5 carta circolazione
• Autovetture Euro 0, 1, 2, 3, 4 diesel con FAP after-market installato dopo 31.12.2018 e con classe massa particolato pari almeno a Euro 4

Dal 1° ottobre 2020:
• Autovetture Euro 1 benzina

Dal 1° ottobre 2022:
• Autovetture Euro 2 benzina
• Autovetture Euro 3, 4 diesel con FAP di serie e con campo V.5 carta circolazione <= 0,0045 g/km
• Autovetture Euro 0, 1, 2, 3, 4 diesel con FAP after-market installato entro 31.12.2018 e con classe massa particolato pari almeno a Euro 4
• Autovetture Euro 5 diesel

Dal 1° ottobre 2025:
• Autovetture Euro 3 benzina
• Autovetture Euro 6 diesel leggeri A-B-C acquistati dopo 31.12.2018

Dal 1° ottobre 2028:
• Autovetture Euro 4 benzina
• Autovetture Euro 6 diesel leggeri A-B-C acquistati prima del 31.12.2018

Dal 1° ottobre 2030:
• Autovetture Euro 6 diesel leggeri D_TEMP - D

Veicoli immatricolati per il trasporto delle merci
Dal 21 gennaio 2019:
• Autoveicoli Euro 0 benzina
• Autoveicoli Euro 0 diesel senza FAP
• Autoveicoli Euro 1 leggeri e Euro I pesanti diesel senza FAP
• Autoveicoli Euro 2 leggeri e Euro II pesanti diesel senza FAP
• Autoveicoli Euro 3 leggeri e Euro III pesanti diesel senza FAP
• Autoveicoli Euro 3 leggeri diesel con FAP di serie e con campo V.5 carta circolazione > 0,025 g/km oppure senza valore nel campo V.5 carta circolazione
• Autoveicoli Euro III pesanti diesel con FAP di serie e con campo V.5 carta circolazione > 0,02 g/kWh oppure senza valore nel campo V.5 carta circolazione
• Autoveicoli Euro 0, 1, 2, 3 leggeri diesel con FAP after-market con classe massa particolato inferiore a Euro 4
• Autoveicoli Euro 0, I, II, III pesanti diesel con FAP after-market con classe massa particolato inferiore a Euro IV

Dal 1° ottobre 2020:
• Autoveicoli Euro 1 benzina
• Autoveicoli Euro 4 leggeri diesel senza FAP
• Autoveicoli Euro 3, 4 leggeri diesel con FAP di serie e con campo V.5 carta circolazione > 0,0045 g/km
• Autoveicoli Euro 4 leggeri diesel con FAP di serie e senza valore nel campo V.5 carta circolazione
• Autoveicoli Euro 0, 1, 2, 3, 4 leggeri diesel con FAP after-market installato dopo 31.12.2018 e con classe massa particolato pari almeno a Euro 4
• Autoveicoli Euro IV pesanti diesel senza FAP
• Autoveicoli Euro III, IV pesanti diesel con FAP di serie e con campo V.5 carta circolazione > 0,01 g/kWh
• Autoveicoli Euro IV pesanti diesel con FAP di serie e senza valore nel campo V.5 carta circolazione
• Autoveicoli Euro 0, I, II, III, IV pesanti diesel con FAP after-market installato dopo 31.12.2018 e con classe massa particolato pari almeno a Euro IV

Dal 1° ottobre 2024:
• Autoveicoli Euro 2 benzina
• Autoveicoli Euro 3, 4 leggeri diesel con FAP di serie e con campo V.5 carta circolazione <= 0,0045 g/km
• Autoveicoli Euro 0, 1, 2, 3, 4 leggeri diesel con FAP after-market installato entro 31.12.2018 e con classe massa particolato pari almeno a Euro 4
• Autoveicoli Euro III, IV pesanti diesel con FAP di serie e con campo V.5 carta circolazione <= 0,01 g/kWh
• Autoveicoli Euro 0, I, II, III, IV pesanti diesel con FAP after-market installato entro 31.12.2018 e con classe massa particolato pari almeno a Euro IV
• Autoveicoli Euro 5 leggeri diesel
• Autoveicoli Euro V pesanti diesel senza FAP
• Autoveicoli Euro V pesanti diesel con FAP di serie e con campo V.5 carta circolazione > 0,01 g/kWh oppure senza valore nel campo V.5 carta circolazione
• Autoveicoli Euro V pesanti diesel con FAP after-market e con classe massa particolato inferiore a Euro VI

Dal 1° ottobre 2025:
• Autoveicoli Euro 3 benzina
• Autoveicoli Euro 6 diesel leggeri A-B-C acquistati dopo 31.12.2018

Dal 1° ottobre 2028:
• Autoveicoli Euro 4 benzina
• Autoveicoli Euro 6 diesel leggeri A-B-C acquistati prima del 31.12.2018

Dal 1° ottobre 2030:
• Autoveicoli Euro V pesanti diesel con FAP di serie e con campo V.5 carta circolazione <= 0,01 g/kWh
• Autoveicoli Euro V pesanti diesel con FAP after-market e con classe massa particolato pari a Euro VI
• Autoveicoli Euro 6 diesel leggeri D_TEMP - D
• Autoveicoli Euro VI pesanti diesel
• Autoveicoli per trasporti specifici e per uso speciale Euro 0, 1, 2, 3, 4, 5, 6 ed Euro 0, I, II, III, IV , V, VI diesel con FAP o che certifichino l'installabilità del FAP

Ciclomotori e Motoveicoli:
Dal 21 gennaio 2019:
• Motoveicoli a due tempi di classe Euro 0 ed Euro 1
• Ciclomotori a due tempi di classe Euro 0 ed Euro 1

Dal 1° ottobre 2020:
• Motoveicoli a gasolio di classe Euro 0 ed Euro 1
• Ciclomotori a gasolio di classe Euro 0 ed Euro 1

Dal 1° ottobre 2024:
• Motoveicoli a due tempi di classe Euro 2
• Ciclomotori a due tempi di classe Euro 2
• Motoveicoli a gasolio di classe Euro 2
• Ciclomotori a gasolio di classe Euro 2
• Motoveicoli benzina 4 tempi di classe Euro 0 ed Euro 1
• Ciclomotori benzina 4 tempi di classe Euro 0 ed Euro 1

Dal 1° ottobre 2025:
• Motoveicoli a due tempi di classe Euro 3
• Ciclomotori a due tempi di classe Euro 3
• Motoveicoli a gasolio di classe Euro 3
• Ciclomotori a gasolio di classe Euro 3
• Motoveicoli benzina 4 tempi di classe Euro 2
• Ciclomotori benzina 4 tempi di classe Euro 2

Dal 1° ottobre 2028:
• Motoveicoli benzina 4 tempi di classe Euro 3
• Ciclomotori benzina 4 tempi di classe Euro 3

Dal 1° ottobre 2030:
• Motoveicoli a due tempi di classe Euro 4
• Ciclomotori a due tempi di classe Euro 4
• Motoveicoli a gasolio di classe Euro 4 ed Euro 5
• Ciclomotori a gasolio di classe Euro 4 ed Euro
A breve sarà possibile verificare i dati del veicolo in tempo reale inserendo la targa. Puoi iniziare a verificare i dati del libretto di circolazione

2. Agevolazioni e Deroghe


Agevolazioni primo anno di entrata in vigore del divieto
Per rafforzare il processo di conoscenza del divieto di accesso e circolazione dinamica, è riconosciuta ad ogni veicolo una deroga d'ufficio di 50 giorni di circolazione dinamica, anche non consecutivi.

Tale deroga è riconosciuta solo al primo anno di entrata in vigore del divieto a cui è soggetto il veicolo derogato ed è riferita al periodo di 12 mesi compreso tra il 1° ottobre ed il 30 settembre dell'anno successivo, ferme restando le disposizioni previste in materia dalla normativa regionale.

Faranno eccezione i veicoli soggetti al divieto di accesso al momento di entrata in vigore della disciplina AreaB , per i quali la concessione dei 50 giorni è riferita al periodo di 12 mesi compreso tra il 21 gennaio 2019 ed il 20 gennaio 2020.

Residenti
A partire dal 1° ottobre dell’anno successivo all’entrata in vigore del divieto è previsto che i residenti all’interno della Città di Milano possono usufruire, indipendentemente dalla classe di alimentazione e quindi in deroga al divieto di accesso - ferme restando le disposizioni previste in materia dalla normativa regionale - di 25 giorni di circolazione dinamica all’anno, anche non consecutivi, per una sola autovettura, trasporto persone, di proprietà o in uso a titolo esclusivo, previa registrazione.

Sono considerati equiparati ai residenti:
• i soggetti che hanno dimora abituale in un’unità immobiliare a uso esclusivamente abitativo sita all’interno del Comune di Milano e che siano o proprietari dell’unità immobiliare o titolari di contratto per uso abitativo regolarmente registrato con utenze domestiche a loro intestate (purché non residenti nel Comune di Milano);
• i soggetti appartenenti alle Forze Armate e di Polizia che sono domiciliati presso le caserme site in Milano.

L’agevolazione per i residenti è da intendersi associata al codice fiscale e non ad un singolo veicolo. La concessione di n. 25 giorni di circolazione dinamica è riferita, inoltre, al periodo di 12 mesi compreso tra il 1° ottobre ed il 30 settembre dell’anno successivo. Faranno eccezione i veicoli soggetti al divieto di accesso al momento di entrata in vigore della disciplina AreaB, per i quali la concessione dei 25 giorni è riferita al periodo di 12 mesi compreso tra il 21 gennaio 2019 ed il 20 gennaio 2020. Ne consegue che, per questi, la concessione dei 25 giorni di circolazione sarà riconosciuta, solo per la prima volta, alla scadenza del suddetto termine e sino alla data del 30 settembre successivo.

Imprese con sede operativa in Milano
A partire dal 1° ottobre dell’anno successivo all’entrata in vigore del divieto è previsto che le imprese con sede operativa in Milano, possono usufruire, indipendentemente dalla classe di alimentazione e quindi in deroga al divieto di accesso - ferme restando le disposizioni previste in materia dalla normativa regionale - di 25 giorni di circolazione dinamica all’anno, anche non consecutivi, per i veicoli, trasporto cose, di proprietà o in uso a titolo esclusivo, previa registrazione.

L’agevolazione per le imprese è da intendersi associata alla partita iva e non ad un singolo veicolo. La concessione di n. 25 giorni di circolazione dinamica è riferita, inoltre, al periodo di 12 mesi compreso tra il 1° ottobre ed il 30 settembre dell’anno successivo. Faranno eccezione i veicoli soggetti al divieto di accesso al momento di entrata in vigore della disciplina AreaB , per i quali la concessione dei 25 giorni è riferita al periodo di 12 mesi compreso tra il 21 gennaio 2019 ed il 20 gennaio 2020. Ne consegue che, per questi, la concessione dei 25 giorni di circolazione sarà riconosciuta, solo per la prima volta, alla scadenza del suddetto termine e sino alla data del 30 settembre successivo.

Non residenti della Città di Milano
A partire dal 1° ottobre dell’anno successivo all’entrata in vigore del divieto è previsto che i non residenti della Città di Milano, invece, possono usufruire, indipendentemente dalla classe di alimentazione e quindi in deroga al divieto di accesso - ma ferme restando le disposizioni previste in materia dalla normativa regionale - di 5 giorni di circolazione dinamica all’anno, anche non consecutivi, per una sola autovettura, trasporto persone, di proprietà o in uso a titolo esclusivo, previa registrazione.

L’agevolazione per non residenti è da intendersi associata al codice fiscale e non ad un singolo veicolo. La concessione di n. 5 giorni di circolazione dinamica è riferita, inoltre, al periodo di 12 mesi compreso tra il 1° ottobre ed il 30 settembre dell’anno successivo. Faranno eccezione i veicoli soggetti al divieto di accesso al momento di entrata in vigore della disciplina AreaB, per i quali la concessione dei 5 giorni è riferita al periodo di 12 mesi compreso tra il 21 gennaio 2019 ed il 20 gennaio 2020. Ne consegue che, per questi, la concessione dei 5 giorni di circolazione sarà riconosciuta, solo per la prima volta, alla scadenza del suddetto termine e sino alla data del 30 settembre successivo.

Imprese con sede operativa fuori Milano
A partire dal 1° ottobre dell’anno successivo all’entrata in vigore del divieto è previsto che le imprese con sede operativa fuori Milano, possono usufruire, indipendentemente dalla classe di alimentazione e quindi in deroga al divieto di accesso - ferme restando le disposizioni previste in materia dalla normativa regionale - 5 giorni di accesso e circolazione dinamica per i veicoli, trasporto cose, di proprietà o in uso a titolo esclusivo, previa registrazione.

L’agevolazione per le imprese con sede operativa fuori Milano è da intendersi associata alla partita iva e non ad un singolo veicolo. La concessione di n. 5 giorni di circolazione dinamica è riferita, inoltre, al periodo di 12 mesi compreso tra il 1° ottobre ed il 30 settembre dell’anno successivo. Faranno eccezione i veicoli soggetti al divieto di accesso al momento di entrata in vigore della disciplina AreaB, per i quali la concessione dei 5 giorni è riferita al periodo di 12 mesi compreso tra il 21 gennaio 2019 ed il 20 gennaio 2020. Ne consegue che, per questi, la concessione dei 5 giorni di circolazione sarà riconosciuta, solo per la prima volta, alla scadenza del suddetto termine e sino alla data del 30 settembre successivo.

Veicoli d’interesse storico
Ad ogni veicolo d’interesse storico con più di trent’anni e dotato di Certificato di Rilevanza Storica (C.R.S.) rilasciato dagli enti preposti, sono riconosciuti 25 giorni di accesso e circolazione dinamica all’anno, anche non consecutivi previa registrazione e preventiva richiesta di deroga.

La concessione di n. 25 giorni di circolazione dinamica è riferita al periodo di 12 mesi compreso tra il 1° ottobre ed il 30 settembre dell’anno successivo. Faranno eccezione i veicoli soggetti al divieto di accesso al momento di entrata in vigore della disciplina AreaB, per i quali la concessione dei 25 giorni è riferita al periodo di 12 mesi compreso tra il 21 gennaio 2019 ed il 20 gennaio 2020. Ne consegue che, per questi, la concessione dei 25 giorni di circolazione sarà riconosciuta, solo per la prima volta, alla scadenza del suddetto termine e sino alla data del 30 settembre successivo.

Veicoli utilizzati per il trasporto di persone affette da gravi patologie e malattie rare
Sono derogati dal divieto di accesso e circolazione dinamica, all’interno della ZTL, previa registrazione e preventiva richiesta di deroga, i veicoli:
• veicoli utilizzati per il trasporto di persone affette da gravi patologie e malattie rare che richiedono terapie salvavita, certificate dalla struttura sanitaria che eroga la prestazione all’interno del Comune di Milano. Tale deroga è riconosciuta ai soggetti che devono recarsi presso le citate strutture sanitarie site in Milano. È riconosciuta altresì ai residenti in Milano che usufruiscono delle medesime cure in strutture sanitarie collocate all’esterno del Comune di Milano;
• veicoli utilizzati per il trasporto di persone dirette alle strutture di pronto soccorso che ne certificano l’avvenuta prestazione. Tale deroga è riconosciuta ai soggetti che devono recarsi presso le citate strutture sanitarie site all’interno di Milano. È riconosciuta altresì ai residenti in Milano che usufruiscono delle medesime cure in strutture sanitarie collocate all’esterno del Comune di Milano.

Lavoratori che effettuano il tragitto casa/lavoro e lavoro/casa nella fascia oraria o che operino in turni con ingresso al posto di lavoro in orario antecedente le ore 7.00 antimeridiane o uscita in orari successivi alle ore 21.00.
Per queste categorie, previa registrazione e preventiva richiesta di deroga, il divieto di accesso e circolazione dinamica previsto per i veicoli trasporto persone alimentati a gasolio Euro 4 e 5 è posticipato di un anno rispetto alle regole di accesso.

Volontari in servizio presso enti riconosciuti dall’Amministrazione Comunale di Milano o da altre istituzioni preposte, che agiscono nel settore dell’assistenza socio sanitaria per l’espletamento delle prestazioni gratuite di pronto soccorso e di assistenza pubblica la cui sede di servizio è all’interno del Comune di Milano e che terminano il turno tra le ore 23.00 e le ore 6.00
Per queste categorie, previa registrazione e preventiva richiesta di deroga, il divieto di accesso e circolazione dinamica previsto per i veicoli trasporto persone alimentati a gasolio Euro 4 e 5 è posticipato di un anno rispetto alle regole di accesso.

Autoscuole, agenti di commercio e artigiani
Per queste categorie, previa registrazione e preventiva richiesta di deroga, il divieto di accesso e circolazione dinamica previsto per i veicoli trasporto persone alimentati a gasolio Euro 4 e 5 è posticipato di un anno rispetto alle regole di accesso
Non possono accedere o circolare in AreaB, i veicoli, o complessi di veicoli, con lunghezza superiore m. 12.

Sono derogati dal divieto i seguenti veicoli:
• per un periodo pari ad un anno, previa registrazione secondo le modalità che saranno indicate a breve, i veicoli:
- per il trasporto di materiale indivisibile;
- per il trasporto di generi alimentari deperibili;
- diretti ad aziende e destinatari del trasporto con sede operativa all’interno di Milano – se di proprietà o in uso delle stesse;
- veicoli operativi di enti, società, aziende esercenti pubblico servizio in materia di gas, energia elettrica e termica, acqua, illuminazione, trasporti, telecomunicazioni, igiene ambientale raccolta rifiuti;
- adibiti a soccorso stradale;
- adibiti al trasporto valori o servizi postale.

• per un periodo non superiore a sei mesi, previa registrazione secondo le modalità che saranno indicate a breve, i veicoli diretti ad aziende e destinatari del trasporto con sede operativa all’interno di Milano, non proprietari dei veicoli medesimi:
- fornitori usuali
- fornitori occasionali
- esecuzione lavori
- diretti all'interno di cesate o aree delimitate di cantieri edili siti all’interno di Milano.
Non possono accedere o circolare in AreaB le categorie di veicoli di seguito elencate se i vicoli non sono preventivamente registrarti:
• Veicoli per trasporto Esplosivi “in colli”
- Tipo EX II – EX III: Veicoli idonei ad essere allestiti per il trasporto di merci pericolose della classe 1 ADR (Esplosivi)

• Veicoli per trasporto “in cisterna”
- Tipo “FL”: Veicoli idonei ad essere allestiti con cisterna per liquidi infiammabili con p.i. < 60°C o con cisterna o batteria di recipienti per gas infiammabili.
- Tipo “OX”: Veicoli idonei ad essere allestiti con cisterna per perossido di idrogeno ” con titolo > del 60% ” della classe 5.1 ONU 2015.
- Tipo “AT”: Veicoli idonei ad essere allestiti con altri tipi di cisterna per trasporto di merci pericolose da quelle per le quali sono richiesti i precedenti Tipi “FL” ed “OX”.