DAL 29 FEBBRAIO 2024 LA REGISTRAZIONE AL PORTALE AREA B SARA’ POSSIBILE SOLO CON SPID, CIE O ID AZIENDA

Le nuove registrazioni a questo sito saranno possibili dal 29 febbraio solo con SPID, CIE o id azienda

Per chi ha gia’ registrazione al sito con user e password potra’ accedere al suo profilo con spid, cie o id azienda senza perdere i dati inseriti.

L’attuale modalità di accesso tramite username e password non sarà più in uso.

Leggi la guida per ottenere SPID: spid.gov.it/cos-e-spid/come-attivare-spid

Leggi la guida per attivare CIE: https://www.cartaidentita.interno.gov.it/attiva

Crea l'ID azienda per la tua attività: https://www.comune.milano.it/servizi/registra-la-tua-azienda-al-sito-del-comune-di-milano

In questa sezione puoi consultare le domande più frequenti per cercare di risolvere i problemi più comuni. Consulta questa sezione in caso di incertezza su qualsiasi tematica prima di contattare il Call-Center.

1. Cosa è AreaB


In quali giorni e orari è in vigore Area B?

Area B è attiva dal lunedì al venerdì, dalle ore 7:30 alle 19:30. Non è attiva sabato e nei giorni festivi.


Quali sono le vie e i confini di Area B?

Area B include gran parte del territorio cittadino e della popolazione residente, ed è delimitata da 186 varchi d’accesso.
La mappa dei varchi è disponibile online >>


Accedendo in Area B prima delle 7.30, è possibile uscire senza incorrere in sanzioni?

E’ possibile accedere prima delle 7.30 con i veicoli in divieto di accesso in Area B. Successivamente a tale orario e fino alle 19.30 non è possibile circolare all’interno della ZTL e verso l’esterno.


E’ previsto un tagliando d’ingresso?

Area B non è soggetta al pagamento di un ticket d’accesso.


Cosa si intende per “circolazione dinamica”?

Il concetto di circolazione stradale è definito dal Nuovo Codice della Strada all’art. 3 come movimento, fermata e sosta dei veicoli. La disciplina Area B vieta, per determinate categorie di veicoli, la circolazione dinamica, ovvero tutte le azioni sopra elencate, ad esclusione della sosta.


Le telecamere ai varchi rilevano solo l’entrata o anche l’uscita da Area B?

Il sistema di telecamere rileva solamente le targhe dei veicoli in entrata, tuttavia la disciplina vieta non solo il transito ai varchi ma anche la circolazione dinamica, ovvero il movimento del veicolo, all’interno di Area B e verso l’esterno.


2. Tipologie di veicoli, motorizzazioni e dati tecnici della carta di circolazione


I motoveicoli e i ciclomotori e i veicoli ad essi assimilati (identificabili dalla carta di circolazione al campo J: L1e, L2e, L3e, L4e, L5e, L6e, L7e) sono soggetti ai divieti e alle deroghe di accesso e circolazione previsti per i motoveicoli e ciclomotori. Nella sezione Area B: veicoli che non possono entrare sono disponibili i calendari dei divieti previsti.


I veicoli bifuel benzina/metano o benzina/GPL possono liberamente accedere e circolare in Area B


I veicoli a doppia alimentazione gasolio/metano o gasolio/GPL con classe ambientale Euro 0-1-2-3-4 non possono accedere e circolare in Area B.


Le classi ambientali superiori possono accedere e circolare in Area B compatibilmente con le  restrizioni stabilite da Regione Lombardia >>


In caso di installazione di un impianto GPL o metano successiva all’acquisto del veicolo è necessario trasmettere la carta di circolazione aggiornata con omologazione dell’impianto, inviando una email a. mta.areab@comune.milano.it


I veicoli ibridi ed elettrici possono liberamente accedere e circolare in Area B.


In assenza del valore nel campo V.5 è possibile dimostrare la conformità dell’emissione di PM10 alla disciplina Area B attraverso il certificato di omologazione rilasciato dalla casa produttrice del veicolo, con indicazione del numero di telaio, da inviare all’indirizzo mta.areab@comune.milano.it corredato di carta di circolazione del veicolo. Ricorda che il valore di emissione di particolato è un dato da tenere in considerazione solo per i veicoli pesanti (autocarri N2 e N3 e autobus M2 e M3), mentre per autovetture ed autocarri leggeri non posticipa il divieto di accesso e circolazione.


Il valore “0,00000” nel campo V.5 è da considerare come presente, seppur infinitesimale, e quindi inferiore ai valori limite nelle classi di divieto che includono l’emissione di particolato tra criteri di valutazione (ad es. “> 0,0045 g/km”, in questo caso “0,00000” è da considerarsi inferiore).


Qualora sulla carta di circolazione non fosse riportato alcun valore nel campo V.9 il veicolo non è classificabile in nessun standard Euro ed è quindi assimilabile, per la regolamentazione Area B, ad un veicolo Euro 0.

È possibile, tuttavia, rivolgersi al produttore del veicolo richiedendo apposita documentazione che certifichi una diversa classe ambientale e provvedere all’aggiornamento della carta di circolazione presso la Motorizzazione Civile. Una volta eseguito l’aggiornamento, la carta di circolazione va inviata a mta.areab@comune.milano.it per l’aggiornamento dei sistemi Area B.


I proprietari di autobus con alimentazione a gasolio di classe Euro V dotati di efficaci sistemi di abbattimento delle emissioni di particolato, per dotazione di fabbrica, omologati ai sensi della vigente normativa, risultante dalla carta di circolazione con la valorizzazione del campo K e l’indicazione di un valore nel campo V.5 pari o inferiore a 0,01 g/kWh possono essere equiparati, al solo fine di posticipare l’entrata in vigore del divieto al 1° ottobre 2030, a quelli con FAP. Per ottenere tale equiparazione è necessario trasmettere la carta di circolazione e opportuna dichiarazione da parte del costruttore, che riporti il numero di telaio del veicolo e dettagli il tipo di dispositivo installato, all'indirizzo mta.areab@comune.milano.it.


L’accesso e la circolazione dinamica alla ZTL Area B, dalle ore 00:00 alle ore 24:00, dal lunedì alla domenica dei veicoli che trasportano merci pericolose di Classe 1 ADR è subordinato alla registrazione della targa.

Secondo l'Accordo ADR le merci pericolose di Classe 1 sono le materie e gli oggetti esplosivi (materie esplosive solido o liquide, pirotecniche, oggetti esplosivi).

Non sono tenuti alla registrazione della targa i proprietari dei veicoli che trasportano merci pericolose di Classe 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9 ADR.


3. Portale AreaB


La registrazione al portale Area B permette di controllare il conteggio riferito ai giorni di libera circolazione riconosciuti durante il primo anno di divieto di accesso e circolazione, gestire il portfolio targhe e richiedere deroghe e permessi.


Le funzioni di recupero username e password non sono più disponibili in quanto, dal 29 febbraio 2024, l’accesso ai servizi online è effettuabile solo tramite identità digitale certificata (SPID o CIE).
Dal 29 febbraio 2024 l’accesso al portale è effettuabile esclusivamente tramite iscrizione con identità digitale certificata, ovvero: Per chi si è già registrato al sito con user e password potrà accedere al suo profilo con SPID, CIE o ID Azienda senza perdere i dati inseriti.
Per le aziende, l’accesso con SPID personale del titolare o legale rappresentante comporta l’iscrizione del soggetto come persona fisica per la gestione dei propri veicoli personali e NON permetterà di gestire il parco mezzi aziendali.
L’iscrizione al portale Area B con identità digitale prevede che tutti i dati certificati siano recuperati da SPID, CIE o ID Azienda. Le persone fisiche dovranno integrare solo le informazioni relative alla cittadinanza e al numero e categoria di patente di guida. Pertanto, eventuali dati anagrafici non corretti dovranno essere rettificati con l’ente che ha rilasciato l’identità digitale (ad esempio il provider SPID).
Registrando il proprio veicolo sul Portale Area B nella sezione “Le tue targhe” è possibile monitorare il contatore “50” in corrispondenza della targa. Il contatore indica il conteggio residuo delle giornate nel primo anno di divieto ambientale secondo il calendario di Area B. Per le successive giornate in deroga (25 per residenti e imprese con sede operativa in Milano, 5 per tutti gli altri soggetti) è necessario richiedere permesso da portale per ogni giornata/periodo a seconda della richiesta entro il giorno successivo a quello dell’accesso. Diversamente da quanto previsto per i 50 giorni bonus, nella sezione “Le tue targhe” non verrà riportato alcun contatore in corrispondenza delle targhe dei veicoli registrati poiché l’assegnazione dei permessi viene riconosciuta alla persona fisica o al soggetto giuridico e non alla singola targa. La verifica dei permessi già usufruiti sarà possibile solo tramite una ricerca nella funzione “Richiesta permessi – Elenco permessi”.
Ad esaurimento delle 50 giornate il contatore riporterà il valore 0 (zero). Se non viene riportato alcun valore controlla se:
  • Il veicolo risulta effettivamente in divieto tramite la funzione Cerca Classe del portale
  • La targa è stata inserita con il corretto “Tipo Veicolo” e la corretta “Nazionalità”

La deroga assume validità a partire dalla data di inizio inserita in fase di richiesta. Non è prevista una conferma da parte dell'Amministrazione.
È possibile eliminare un permesso entro la giornata precedente il primo giorno di validità (ad esempio, un permesso inserito per il giorno 10 febbraio può essere cancellato solo entro il 09 febbraio). L’eliminazione è effettuabile dalla funzione “Richiesta permessi”, cliccando sull’icona del cestino.
Verifica:
  • di aver compilato correttamente la procedura guidata
  • di aver inserito la durata corretta (i permessi giornaliero 25/5 non possono avere validità superiore a 1 giorno)
  • di aver cliccato sulla targa dalla lista veicoli e che si sia spostata nell’elenco a destra (se hai fatto l’accesso da smartphone, si suggerisce di impostare il browser in modalità desktop)
  • di aver allegato i documenti contrassegnati come obbligatori senza superare il limite massimo totale di 3 MegaByte (puoi utilizzare qualsiasi servizio online gratuito di riduzione delle dimensioni dei file)
Se hai controllato di aver eseguito correttamente tutti i suddetti passaggi, contatta l’indirizzo mta.areab@comune.milano.it entro il termine previsto per l’inserimento della richiesta di deroga. Dovrai documentare l’impossibilità a procedere in autonomia (ad esempio con screenshot del sistema) e allegare la documentazione richiesta per lo specifico permesso.

4. Agevolazioni


Per tutti i veicoli soggetti al divieto di accesso e circolazione per la classe ambientale, le 50 giornate vengono assegnate d'ufficio, solo per il primo anno di entrata in divieto (consulta i calendari), senza obbligo di registrazione o necessità di inserimento di permessi. È consigliabile tuttavia effettuare la registrazione del proprio profilo personale sul Portale Area B per monitorare le rilevazioni del proprio veicolo.
Le giornate di accompagnamento al primo anno di divieto non sono più utilizzabili, nemmeno quelle residue, per poter accedere e circolare in Area B è necessario aver completato la registrazione al portale Area B e richiedere un permesso nella sezione “Richiesta permessi” —> “Nuovo permesso”. Per tutti i veicoli, dal secondo anno di divieto spettano:
  • Persone fisiche
    • 25 giornate per residenti in Milano proprietari/utilizzatori di veicoli trasporto persone (da richiedere singolarmente entro il giorno successivo al transito)
    • 5 giornate per i non residenti in Milano proprietari/utilizzatori di veicoli trasporto persone (da richiedere singolarmente entro il giorno successivo al transito)
  • Soggetti giuridici
    • 25 giornate per imprese/enti/associazioni con sede operativa a Milano proprietarie/utilizzatrici di veicoli trasporto cose (da richiedere singolarmente entro il giorno successivo al transito)
    • 5 giornate per imprese/enti/associazioni con sede operativa fuori Milano proprietarie/utilizzatrici di veicoli trasporto cose (da richiedere singolarmente entro il giorno successivo al transito)

I residenti del Comune di Milano (anche all’esterno della ZTL Area B) devono obbligatoriamente registrarsi per usufruire delle 25 giornate annue di circolazione in deroga per la propria autovettura trasporto persone, solo a partire dal secondo anno dall’entrata in vigore del divieto. Per il primo anno di entrata in vigore del divieto, il veicolo usufruirà d’ufficio dei 50 bonus giornalieri.

Fanno eccezione i veicoli in divieto dall'11 gennaio 2021, per i quali ad esaurimento delle 50 giornate di circolazione in deroga riconosciute d’ufficio, sarà possibile, previa registrazione, usufruire delle 25 giornate fino al 30 settembre 2023.

Per le annualità successive, sempre nel periodo 1 ottobre - 30 settembre, se preventivamente registrati, potranno usufruire delle 25 giornate all’anno.

Le categorie di veicoli soggetti anche alle limitazioni alla circolazione in Regione Lombardia, devono necessariamente aver aderito alla deroga MoVe-In.


No, le 50 giornate di circolazione in deroga vengono riconosciute d’ufficio per ogni veicolo per solo il primo anno di entrata in vigore del divieto. A partire dal secondo anno le giornate scadranno.

5. Deroghe


La disciplina esclude dal divieto di accesso e circolazione i veicoli che espongono il contrassegno invalidi il cui titolare sia a bordo, previa comunicazione della targa. Per ulteriori informazioni consulta la pagina dedicata >>
  • velocipedi
  • veicoli con targa già comunicata in Area "C" che espongono il contrassegno disabili il cui titolare sia a bordo del veicolo
  • veicoli per trasporti specifici muniti permanentemente di speciali attrezzature per il trasporto dei disabili motori previa registrazione al Portale Area B, veicoli riconoscibili dalla targa speciale delle Forze Armate, alle Forze di Polizia, alla Polizia Locale, alla Croce Rossa Italiana, agli Ospedali, alla ATS, ai Vigili del Fuoco, alla Protezione Civile, le autoambulanze. 
  • veicoli delle Forze Armate, delle Forze di Polizia, della Polizia Locale, delle Associazioni che esercitano attività riconosciuta di primo soccorso o trasporto socio-sanitario programmato o di emergenza, degli Ospedali, delle ASL, dei Vigili del Fuoco, delle Organizzazioni riconosciute operanti in materia di protezione civile previa registrazione al Portale Area B 
  • veicoli di enti che agiscono nel settore dell’assistenza socio sanitaria per l’espletamento delle prestazioni gratuite di pronto soccorso e di assistenza pubblica previa registrazione al Portale Area B 

La disciplina Area B non prevede deroghe correlate all’età anagrafica del titolare o utilizzatore del veicolo.


Solo per i veicoli diesel Euro 5, fino al 30 settembre 2024, se utilizzati per spostamenti in car pooling, si potrà accedere e circolare liberamente in Area B. Per ottenere la deroga è necessario registrarsi su una piattaforma telematica che sia regolarmente autorizzata. Per ulteriori informazioni consulta la pagina dedicata >>
La disciplina Area B prevede specifiche deroghe per medici di medicina generale e i pediatri di famiglia dell’ATS Distretto Milano Città, consultare la pagina dedicata >> Non sono previste deroghe specifiche per i veterinari.
I veicoli sono derogati previa registrazione e richiesta entro le ore 24 del giorno successivo all’accesso, con certificazione rilasciata dalla struttura sanitaria che ha erogato la prestazione, con indicazione della giornata e della durata della terapia, consulta la pagina dedicata >>

I veicoli muniti di targa Corpo Consolare e Corpo Diplomatico sono soggetti agli stessi divieti d’accesso e circolazione e alle stesse deroghe previsti per gli altri veicoli.


Non possono accedere o circolare in Area B i veicoli, o complessi di veicoli, con lunghezza superiore a 12 metri. Il divieto non si applica ai veicoli destinati al trasporto persone. 

Previa registrazione, sono derogati dal divieto per un periodo pari ad un anno:


  • veicoli per il trasporto di materiale indivisibile
  • veicoli per il trasporto di generi alimentari deperibili
  • veicoli diretti ad aziende e destinatari del trasporto con sede operativa all’interno di Milano, se di proprietà o in uso esclusivo
  • veicoli operativi di enti, società, aziende esercenti pubblico servizio in materia di gas, energia elettrica e termica, acqua, illuminazione, trasporti, telecomunicazioni, igiene ambientale, raccolta rifiuti
  • veicoli adibiti a soccorso stradale
  • veicoli adibiti al trasporto valori o servizi postali per specifici casi e comunque per una durata massima di 6 mesi
  • veicoli diretti ad aziende e destinatari del trasporto con sede operativa all’interno di Milano, se non di proprietà
  • veicoli appartenenti a fornitori usuali (per la durata del contratto)
  • veicoli di fornitori occasionali (deroga giornaliera)
  • veicoli funzionali all’esecuzione di lavori (per la durata dei lavori)
  • veicoli diretti all’interno di cesate o aree delimitate di cantieri edili all’interno di Milano (deroga giornaliera).

I veicoli destinati al trasporto persone diesel Euro 5 di lavoratori che effettuano il tragitto casa/lavoro e lavoro/casa nella fascia oraria in cui l’offerta di trasporto pubblico è ridotta, ovvero che operano in turni con orari articolati con ingresso antecedente le 7:00 o uscita successiva alle 21:00 possono, previa registrazione, usufruire di una deroga di un anno rispetto al divieto di accesso e circolazione previsto per la classe ambientale. La condizione di “turnista” deve essere certificata mediante un’apposita attestazione del datore di lavoro, consulta la pagina dedicata >>
I veicoli trasporto persone diesel Euro 5 di coloro che dimorano obbligatoriamente in una caserma militare all’interno di Area B possono, previa registrazione, usufruire di una deroga di un anno rispetto al divieto di accesso e circolazione previsto per la classe ambientale, consulta la pagina dedicata >>
I veicoli destinati al trasporto persone diesel Euro 5 utilizzati da Agenti di commercio (Codice ATECORI 2007 Sez. G div. 46, risultante in Visura CCIAA) possono, previa registrazione, usufruire di una deroga di un anno rispetto al divieto di accesso e circolazione previsto per la classe ambientale, consulta la pagina dedicata >>
I veicoli con doppi comandi intestati ad un’impresa esercitante attività di scuola guida (Codice ATECORI 2007 Sez. P gruppo 85.53, risultante in Visura CCIAA) possono, previa registrazione, usufruire di una deroga di un anno rispetto al divieto di accesso e circolazione previsto per la classe ambientale. I veicoli delle autoscuole utilizzati per le esercitazioni di guida per lo svolgimento degli esami per il conseguimento delle patenti C e CE sono derogati dal divieto di accesso e circolazione dinamica, fino al 30/09/2024 oppure fine al 30/09/2025 a seconda delle categorie consultabili nella sezione dedicata, previa registrazione, consulta la pagina dedicata >>
I veicoli destinati al trasporto persone diesel Euro 5 intestati ad imprese esercitanti attività di costruzione, manutenzione e installazione (Codici ATECORI 2007 Sez. F div. da 41 a 43, risultante in Visura CCIAA) possono, previa registrazione, usufruire di una deroga di un anno rispetto al divieto di accesso e circolazione previsto per la classe ambientale, consulta la pagina dedicata >>
I veicoli diesel Euro 5 di proprietà o in uso a volontari di enti riconosciuti dall’Amministrazione o da altre istituzioni che espletano attività di assistenza socio sanitaria per prestazioni gratuite di pronto soccorso e assistenza pubblica, con sede di servizio nel Comune di Milano e che terminano il turno tra le 23:00 e le 6:00, possono, previa registrazione, posticipare di un anno il divieto di accesso e circolazione previsto per la classe ambientale, consulta la pagina dedicata >>

6. MoVe-IN, domande e risposte


Possono aderire tutti i veicoli soggetti alle limitazioni previste all’interno di Area B. Per maggiori dettagli consulta il calendario dei divieti.
I costi massimi di adesione al servizio (IVA inclusa) sono i seguenti:
  • primo anno di adesione = 50 € così ripartiti:
    • 30 € per l’installazione della black box
    • 20 € per la fornitura del servizio annuale
  • anni successivi:
    • solo 20 € per la fornitura del servizio annuale.
Per chi ha già installato a bordo un dispositivo compatibile con MoVe-In, il prezzo massimo sarà di 20 € per la sola fornitura del servizio annuale. Chi ha già attivato i servizi MoVe-In regionali, non avrà costi aggiuntivi per l'estensione del servizio ad Area B. Per ulteriori informazioni visita il sito dedicato MoVe-In
Per aderire a MoVe-In per Area B, il proprietario del veicolo (o una persona incaricata nel caso di società) deve registrarsi sulla piattaforma informatica dedicata
La piattaforma è accessibile utilizzando SPID o CNS.
  • Se si tratta di una nuova adesione, dopo aver inserito la richiesta occorre selezionare anche l'estensione al servizio Area B per il veicolo interessato
  • Se l'adesione è già attiva per i servizi MoVe-In regionali, occorre chiedere l'estensione al servizio Area B all’interno della sezione prevista. Al veicolo verrà così assegnata la soglia chilometrica individuata dal Comune di Milano per la sua classe di emissioni, nell'ambito dei chilometri residui ancora rispetto alla soglia totale regionale assegnata.
Il sito è gestito dalla società ARIA Spa per conto di Regione Lombardia.
L’estensione del servizio MoVe-In ad Area B consiste nella possibilità di avvalersi di un tetto chilometrico all’interno dell’Area B, utilizzabile liberamente fino al suo esaurimento senza sottostare a limitazioni orarie e giornaliere. Le soglie di chilometri concessi ai veicoli aderenti al servizio MoVe-In esteso all’Area B sono due:
  • 1. una complessiva regionale, relativa agli ambiti territoriali di Area 1 e 2 come definite dalla D.G.R. 2055/2019
  • 2. una relativa ad Area B, individuata dal Comune.
La soglia individuata per Area B rimane comunque compresa all’interno del tetto complessivo regionale.
I chilometri reali percorsi dal veicolo all’interno di Area B e monitorati dal dispositivo installato a bordo (black box), vengono progressivamente scalati sia dalla soglia dei chilometri concessi per Area B, sia dalla soglia complessiva regionale.
Il saldo dei chilometri percorsi è aggiornato giornalmente. L’adesione al servizio Move-In determina l’attivazione di una “deroga chilometrica”, misurabile e controllabile, che estende le limitazioni a tutti i giorni della settimana e a tutte le ore del giorno (24 ore) e conseguentemente il monitoraggio del veicolo avviene tutti i giorni della settimana e a tutte le ore del giorno (24 ore)
L’adesione al servizio MoVe-In per Area B comporta, oltre a quanto già previsto a livello regionale, l’accettazione delle condizioni poste dal Comune di Milano e in particolare quelle relative a:
  • controlli
  • eventuali sanzioni
  • rinuncia ai giorni di deroga ordinari previsti da Area B.

Se viene superato il tetto chilometrico assegnato per Area B, il veicolo non potrà più circolare al suo interno, in nessuna fascia oraria e in nessuna giornata. Potrà ancora circolare nelle Aree regionali soggette a MoVe-In, fino ad esaurimento dei chilometri residui.
Se viene superato il tetto totale regionale, il veicolo non potrà più circolare in nessuna delle Aree regionali soggette a MoVe-In, in nessuna fascia oraria e in nessuna giornata, fino alla scadenza annuale del servizio.
Sanzioni
  • L’eventuale utilizzo del veicolo nei casi descritti comporta la possibilità di incorrere nelle sanzioni previste, tramite i controlli su strada o quelli effettuati dal sistema dei controlli attivo nel Comune di Milano.

Ogni nuova adesione a MoVe-In, sia per le Aree regionali che per Area B, dura un anno a partire dalla data di attivazione. Alla scadenza, il servizio cessa e occorre rinnovarlo per fruire nuovamente del tetto chilometrico. Se l'adesione a MoVe-In è già attiva per le Aree regionali, l'estensione ad Area B dura fino alla scadenza annuale naturale.
Nel periodo che intercorre tra l’adesione al servizio MoVe-In per Area B e l'effettiva attivazione del monitoraggio chilometrico, sarà possibile accedere ad Area B solo utilizzando le deroghe in vigore per Area B. Non sarà possibile avvalersi della deroga chilometrica MoVe-In.
No, l’adesione al progetto MoVe-In/AreaB non comporta alcuna deroga ad altre discipline viabilistiche, come ad esempio la ZTL Cerchia dei Bastioni-AreaC, le Aree pedonali o corsie preferenziali.
Move-In premia chi adotta uno stile di guida ecologico, attribuendogli chilometri aggiuntivi che espandono il tetto inizialmente previsto. I chilometri aggiuntivi conseguiti su strade urbane all’interno di Area B, si sommano alla soglia totale regionale ma non determinano l’aumento della percorrenza disponibile per Area B.
Mettiti in contatto direttamente con il Call Center Regionale chiamando il numero verde 800.318.318 (da lunedì al sabato dalle 08:00 alle 20:00, esclusi i festivi) oppure scrivendo a info.movein@ariaspa.it.

7. Veicoli Storici


I veicoli storici con più di 20 e meno di 40 anni e dotati di Certificato di Rilevanza Storica possono usufruire di 25 giornate di accesso e circolazione in deroga all’anno, previa registrazione, a seguito della quale l’Amministrazione verificherà i requisiti previsti, e richiesta prima dell’accesso. Si ricorda che anche i veicoli storici, come tutti gli altri veicoli in divieto, usufruiscono di 50 giornate di libera circolazione per il primo anno di entrata in divieto, senza obbligo di registrazione o necessità di inserimento di permessi. È consigliabile tuttavia effettuare la registrazione del proprio profilo personale sul Portale Area B per monitorare le rilevazioni del proprio veicolo.

I veicoli d’interesse storico con almeno quarant’anni e dotati di Certificato di Rilevanza Storica sono derogati dal divieto di accesso e circolazione, con obbligo di registrazione della targa prima dell’accesso. L’Amministrazione verificherà i requisiti previsti per l’accesso alla deroga.


Il Certificato di Rilevanza Storica e Collezionistica, istituito con Decreto Ministero dei Trasporti del 17/12/2009, è necessario per la circolazione dei veicoli di interesse storico e collezionistico dal 19/03/2010 e attesta la data di costruzione, la marca, il modello e le caratteristiche tecniche del veicolo, con specifica indicazione di tutte quelle utili per la verifica dell'idoneità alla circolazione, la sussistenza ed elencazione delle originarie caratteristiche di fabbricazione, nonché specifica indicazione di quelle modificate o sostituite.

Il C.R.S. viene rilasciato dai seguenti enti preposti. Consulta i siti web dei registri storici per conoscere le modalità di rilascio del documento:

  • Automotoclub Storico Italiano
  • Federazione Motociclistica Italiana
  • Registro Storico Lancia
  • Registro Italiano Fiat
  • Registro Italiano Alfa Romeo


Il Decreto Ministero dei Trasporti del 19/03/2010 ha confermato che i ciclomotori, a differenza dei motoveicoli e degli autoveicoli, non rientrano nella definizione di veicolo storico e collezionistico e pertanto i registri preposti non possono più rilasciare il Certificato di Rilevanza Storica, ma solo documenti con efficacia privatistica (ad es. Carta ASI di storicità per ciclomotori) che non danno accesso alle deroghe di Area B riservate ai veicoli storici.


E’ un documento di riconoscimento rilasciato ai fini privatistici e non dà accesso alla deroga Area B riservata ai veicoli storici dotati di CRS. Contestualmente al Certificato di identità gli enti preposti potranno rilasciare, su richiesta, il Certificato di Rilevanza Storica e Collezionistica.


La deroga è riconosciuta anche ai veicoli di interesse storico qualora tale riconoscimento di storicità sia riportato sulla carta di circolazione. In fase di registrazione al Portale Area B sarà sufficiente allegare la copia completa della carta o libretto di circolazione dalla quale si evinca la targa, il telaio, la data di prima immatricolazione e l’iscrizione ad un registro storico.


A seguito della registrazione del veicolo storico l’Amministrazione verificherà la sussistenza dei requisiti e la conformità della documentazione. Accedendo alla sezione “Le tue targhe” sarà possibile monitorare l’esito di tale controllo e l’eventuale richiesta di integrazione di documentazione. Fino alla validazione della registrazione come veicolo storico (Stato richiesta: Accettata) sarà possibile accedere con i 50 giorni bonus di libera circolazione qualora il veicolo sia ancora nel primo anno di divieto.
No. Anche la disciplina Area C prevede le seguenti agevolazioni/deroghe per l’accesso e la circolazione dei veicoli storci:
  • I veicoli storici con più di 20 e meno di 40 anni e dotati di Certificato di Rilevanza Storica possono usufruire di 25 giornate di accesso e circolazione in deroga all’anno e pagamento della tariffa giornaliera.
  • I veicoli d’interesse storico con almeno quarant’anni e dotati di Certificato di Rilevanza Storica sono derogati dal divieto di accesso e circolazione e pagamento della tariffa giornaliera.
Per poter usufruire delle agevolazioni AreaC è necessario registrarsi sul portale MyAreaC e registrare il veicolo nella sezione Veicoli storici. Come per Area B, l’Amministrazione verificherà i requisiti previsti.

8. Acquisto di nuovi veicoli, migliorie, incentivi


La Deliberazione di Giunta Comunale n. 1366 del 02/08/2018 e s.m.i. relativamente al divieto di accesso e circolazione per gli autoveicoli a gasolio Euro 6 A-B-C, programmato per il 1 ottobre 2025, ha previsto di posporre il suddetto termine al 1 ottobre 2028 per i veicoli della stessa classe ambientale qualora acquistati prima del 31 dicembre 2018, in quanto considerato penalizzante per chi ha effettuato l’acquisto precedentemente o contestualmente all’assunzione del provvedimento.

Lo stesso principio di premialità è stato adottato anche per i veicoli trasporto cose, distinguendo però i veicoli Diesel Euro 6 A, che acquistati entro il 31 dicembre 2018 potranno circolare fino al 30/09/2028, dai veicoli Diesel Euro 6 B-C, che acquistati entro il 30 settembre 2019 potranno circolare fino al 30/09/2028.

Per “acquisto” si intende la data del trasferimento di proprietà per voltura o per prima immatricolazione. Per valutare l’entrata in vigore del divieto per i veicoli Euro 6 sarà quindi necessario verificare la data dell’ultimo trasferimento di proprietà. In caso di veicoli in leasing con riscatto, si tiene conto della data di sottoscrizione del contratto tra la società di leasing e del proprietario; in questo caso è necessario l'invio della copia del contratto, comprensivo di decorrenza e targa, all’indirizzo mta.areab@comune.milano.it

I veicoli adibiti a trasporto specifico/uso speciale alimentati a gasolio, di qualunque classe Euro, che non possono installare il filtro antiparticolato potranno comunque circolare in deroga al divieto fino al 30 Settembre 2030. I proprietari, prima dell'accesso alla ZTL, devono produrre all'indirizzo mta.areab@comune.milano.it una certificazione emessa dal costruttore del veicolo che attesti l'impossibilità di effettuare tale intervento tecnico sul mezzo, corredato di carta di circolazione.

La certificazione, su carta intestata deve riportare modello e telaio del veicolo.

I veicoli soggetti alle limitazioni alla circolazione di Regione Lombardia potranno usufruire della deroga se rispettano le disposizioni previste dalla deroga di Regione Lombardia di cui al primo punto della lettera D) dell’Allegato 1 alla D.G.R n. 2055/2019 (adesione MoVe-In ambito territoriale Lombardia) e fino al raggiungimento della soglia chilometrica annuale spettante.


9. Parcheggi di interscambio


1. parcheggi fuori da Area B accessibili sempre
  • Bisceglie M1 (feriale 05:30 - 01:00; festivo 6:00 - 01:00)
  • Cascina Gobba M2 (feriale 05:30 - 01:00; festivo 6:00 - 01:00)
  • Cologno Nord M2 (sempre aperto) - Comasina M3 (sempre aperto)
  • Famagosta M2 (feriale 05:30 - 01:00; festivo 6:00 - 01:00)
  • Gessate M2 (sempre aperto)
  • Molinetto di Lorenteggio Tram 14 (sempre aperto)
  • Molino Dorino M1 (feriale 05:30 - 01:00; festivo 6:00 - 01:00)
  • Ornato Parco Nord Tram 4
  • Quarto Oggiaro Trenord (sempre aperto)
  • San Donato Emilia M3 (feriale 05:30 - 01:00; festivo 6:00 - 01:00)
  • San Donato Paullese M3 (feriale 05:30 - 01:00; festivo 6:00 - 01:00)
2. parcheggi dentro Area B accessibili quando la ZTL non è attiva oppure con veicoli Diesel Euro 5 che dispongono di abbonamento (previa richiesta di deroga dal Portale AreaB)
  • Forlanini M4 Tram 27 (sempre aperto)
  • Lampugnano M1 (feriale 05:30 - 01:00; festivo 6:00 - 01:00)
  • Rogoredo M3 (feriale 05:30 - 01:00; festivo 6:00 - 01:00)
Per informazioni sulla deroga per coloro che dispongono di un abbonamento annuale o mensile consulta la sezione dedicata >>
Ricorda che i varchi da utilizzare per l’accesso ai suddetti parcheggi di interscambio sono:
  • Forlanini: varchi 131.Mazzucotelli, 132.Artigianato, 137.Forlanini
  • Lampugnano: varco 062.Sant’Elia
  • Rogoredo: varchi 125.Rogoredo, 126.Feltrinelli, 127.Futurismo
3. parcheggi dentro Area B accessibili negli orari in cui la ZTL non è attiva
  • Bovisa 1 Bovisa Politecnico Trenord
  • Cassiodoro Tre Torri M5 (feriali 5:30-01:00; festivi 6:00-01:00)
  • Caterina da Forlì Bande Nere M1 (feriale 05:30 - 01:00; festivo 6:00 - 01:00)
  • Crescenzago M2 (feriale 07:00 - 20:00)
  • Einaudi Gioia M2 (lun-ven 7:00-21:30; sab 7:30-14:00)
  • Lodi Lodi TIBB M3 (sempre aperto)
  • Maciachini M3 (feriale 05:30 - 01:00; festivo 6:00 - 01:00)
  • Ripamonti Tram 24
  • Romolo M2 (sempre aperto)
  • Romolo multipiano M2 (feriale 05:30 - 01:00; festivo 6:00 - 01:00)
  • San Leonardo M1 (sempre aperto)

10. Angolo cieco


In Italia non esiste una normativa di riferimento sui sensori degli angoli ciechi.
In materia di equipaggiamento dei veicoli a motore destinati al trasporto di persone e al trasporto merci e alla sicurezza della loro circolazione in strada, il nostro Codice della Strada non fa ancora alcun riferimento ai dispositivi di rilevamento e di segnalazione degli angoli ciechi.
Le norme europee di riferimento sono:
  • Regolamento UE 2019/2144 relativo ai requisiti di omologazione dei veicoli a motore e dei loro rimorchi, nonché di sistemi, componenti ed entità tecniche destinati a tali veicoli, per quanto riguarda la loro sicurezza generale e la protezione degli occupanti dei veicoli e degli altri utenti vulnerabili della strada;
  • Regolamento UN R151 per sistema Blind Spot Information System for the Detection of Bicycles (BSIS);
  • Regolamento UN R159 per sistema Moving Off Information System (MOIS);
  • Regolamento UN R158 per sistema Devices for means of rear visibility or detection (DRM).

I sistemi devono essere conformi alla normativa vigente applicabile in Europa, disporre della marcatura CE e delle principali certificazioni relative alla restrizione dell’uso di determinate sostanze pericolose nelle apparecchiature elettriche ed elettroniche (Direttiva 2011/65/UE), alla compatibilità elettromagnetica (Direttiva 2014/30/EU), alle le disposizioni uniformi relative all'omologazione di veicoli riguardo alla loro compatibilità elettromagnetica (Regolamento UN ECE R10), ed in caso di dispositivi dotati di telecamere esterne della Certificazione impermeabilità IP69K.
No, al momento l’installazione dei dispositivi in argomento non è ricompresa tra i casi che comportano l’aggiornamento del libretto di circolazione (es. passaggio di proprietà).
I tempi di installazione ed i costi variano in base alla tipologia dei dispositivi di segnalazione scelta.
No, l’equipaggiamento di un veicolo, in caso di sinistro, non solleva da qualsivoglia responsabilità il guidatore. Questa possibilità non è ammessa dall’ordinamento giuridico italiano. Quindi, ad oggi, l’apposizione dell’adesivo c.d. “angolo cieco” e l’installazione del sistema di rilevamento sono condizioni per poter accedere e circolare in deroga nella ZTL Area B del Comune di Milano (e per questo si richiama l’art. 7 co. 9 del Codice della Strada sulle ZTL).
Attualmente non sono previsti finanziamenti per l’acquisto dei dispositivi di rilevazione degli angoli ciechi.
L’apposizione sul veicolo degli adesivi di segnalazione degli angoli ciechi è obbligatoria.
No, l’importante è che il pittogramma sia di chiara interpretazione e che siano posizionati correttamente.
Dal 1° ottobre 2023, potranno circolare nella ZTL Area B solo i camion (categoria N3) e gli autobus (categoria M3) che avranno installato i sistemi di segnalazione ottica e/o acustica e/o tattile che allertino il conducente della presenza di pedoni e ciclisti nella parte anteriore del veicolo o e sul lato del marciapiede.
Dal 1° ottobre 2024, potranno circolare nella ZTL Area B solo i camion (categoria N2) e gli autobus (categoria M2) che avranno installato i sistemi di segnalazione ottica e/o acustica e/o tattile che allertino il conducente della presenza di pedoni e ciclisti nella parte anteriore del veicolo o e sul lato del marciapiede.
Al campo J della carta di circolazione del veicolo è indicata la categoria del veicolo (es M2, M3, N2, N3).
No, per poter circolare in Area B, il Comune di Milano ha introdotto l’obbligo per camion (categoria N2 e N3) e autobus (categoria M2 e M3) di installare sistemi di rilevamento della presenza di pedoni e ciclisti negli angoli ciechi.
Dal 1° ottobre 2023, potranno circolare nella ZTL Area B anche i camion (categoria N3) e gli autobus (categoria M3) i cui proprietari risultino in possesso di un contratto di acquisto relativo a sistemi avanzati capaci di rilevare la presenza di pedoni e ciclisti in prossimità della parte anteriore del veicolo e sul lato del marciapiede e di emettere un segnale di allerta, fino all’installazione del dispositivo e comunque non oltre il 31 dicembre 2024. La copia della documentazione che attesta l’acquisto (ordine di acquisto indicante il numero di kit ordinati, marca e modello) deve essere conservata a bordo del veicolo.
Tutti i veicoli devono comunque essere muniti dell’apposito adesivo di segnalazione della presenza dell’angolo cieco.
Dal 1° ottobre 2024, potranno circolare nella ZTL Area B anche i veicoli (categoria N2 e M2) i cui proprietari risultino in possesso di un contratto di acquisto relativo a sistemi avanzati capaci di rilevare la presenza di pedoni e ciclisti in prossimità della parte anteriore del veicolo e sul lato del marciapiede e di emettere un segnale di allerta, fino all’installazione del dispositivo e comunque non oltre il 31 dicembre 2024. La copia della documentazione che attesta l’acquisto (ordine di acquisto indicante il numero di kit ordinati, marca e modello) deve essere conservata a bordo del veicolo.
I sistemi di monitoraggio degli angoli ciechi (Blind Spot Information System, BSIS) sono sistemi che informano il conducente, in maniera tempestiva tramite un segnale ottico e/o acustico e/o tattile, della prossimità di biciclette che potrebbero essere messe in pericolo durante una manovra di svolta, in modo che sia possibile arrestare il veicolo prima che questo incroci la traiettoria della bicicletta.
I principali tipi di sistemi di rilevamento degli angoli ciechi sono sviluppati secondo tre tecnologie:
  • sistemi basati su sensori a ultrasuoni utilizzati per rilevare oggetti o veicoli all'interno della zona cieca;
  • sistemi basati su telecamere per fornire feed visivi in tempo reale di qualsiasi oggetto che potrebbe trovarsi nella zona cieca eventualmente dotati di intelligenza artificiale per migliorare la precisione del riconoscimento degli oggetti;
  • sistemi basati su sensori radar per rilevare la distanza e la velocità tra oggetti o veicoli in movimento all'interno della zona cieca.
Per poter circolare nella ZTL Area B le apparecchiature devono essere installate almeno in prossimità della parte anteriore del veicolo e sul lato destro dello stesso. Questa indicazione è formulata per essere applicata ai veicoli sviluppati per la circolazione a destra. Nel caso dei veicoli sviluppati per la circolazione a sinistra, l’indicazione deve essere applicata invertendo il criterio indicato.
Si raccomanda l’installazione dei sistemi in oggetto, oltre che in prossimità della parte anteriore del veicolo, su entrambi i lati dello stesso al fine di consentire al conducente di avere dalla cabina una visibilità più chiara e precisa di tutto ciò che lo circonda.
Si per comunicare al Comune di Milano l’adeguamento dei veicoli è necessario richiedere all’installatore di rilasciare una dichiarazione datata e timbrata con l’indicazione della marca e del modello di sensori di utilizzati, del numero di targa e di telaio del veicolo sul quale sono installati.
La comunicazione avviene esclusivamente online sul sito di area B (https://areab.atm.it). Dal 25/09/2023 sarà disponibile il servizio.
I documenti da caricare, in formato PDF, sono:
  • la copia fronte e retro del libretto di circolazione;
  • la dichiarazione dell’installatore datata e timbrata con l’indicazione della marca e del modello di sensori di utilizzati, del numero di targa e di telaio del veicolo sul quale sono installati.

Nel caso in cui il sistema non sia ancora stato installato, è necessario caricare:
  • la copia fronte e retro del libretto di circolazione;
  • la copia dell’ordine di acquisto indicante il numero di kit ordinati, marca e modello.

Il divieto nella ZTL “Area B” è attivo dalle ore 07.30 alle ore 19.30, nei giorni feriali, dal lunedì al venerdì.
La comunicazione dell’adeguamento dei veicoli, in questa prima fase, non è obbligatoria ma è raccomandata. Successivamente diventerà obbligatoria e quindi condizione necessaria per poter circolare nella ZTL Area B.